IlSensoDelViaggio.comBlog→Penisola di Le Morne – Mauritius

Penisola di Le Morne – Mauritius

 Published: 25 Settembre 2019 / Author: gabriele vignolini

La penisola di Le Morne si trova nella parte sud-occidentale di Mauritius. Questa zona, ricca di vegetazione, è conosciuta per essere la  parte più ventosa dell’ isola, ma anche soprattutto per i suoi panorami mozzafiato.

Dichiarata patrimonio dell’ Unesco nel 2008, è dominata da un impervia montagna Le Morne Brabant, un massiccio  monolite di roccia basaltica con pareti a strapiombo sul mare alto 556 metri.

Mauritius - La Morne Brabant

E’ possibile raggiungere la sua cima, ingresso gratuito, da un solo punto di accesso con una camminata di circa 3.5 km piuttosto impegnativa sia in salita che in discesa.

Diciamo che si divide in 2 parti, il primo tratto, sterrato, ma largo un paio di metri, che conduce al primo punto panoramico, è facile e percorribile da tutti, mentre il secondo, è piu’ impervio e a volte occorre usare anche le mani, ma tranquillamente fattibile.

Un consiglio, evitate di andarci in giornate piovose, perchè sdrucciolevole, e di portarsi un paio di scarpe da trekking. 

Mauritius - La Morne Brabant

Una volta arrivati in cima potrete godere di un panorama impagabile che spazia su tutta l isola, sull’ oceano indiano e su tutte le isolette minori appartenenti a Mauritius. In più se si è fortunati è possibile trovare degli esemplari delle piante più rare del mondo: le Hibiscus fragilis.

Questa montagna racchiude anche una triste storia infatti, all’inizio del XIX secolo, gli schiavi che vi si erano nascosti per fuggire ai loro carcerieri, ignari dell’avvenuta abolizione della schiavitù, videro procedere alcuni soldati verso di loro e credendo di essere catturati nuovamente decisero di gettarsi dalla sua cima.

Da qui il nome Le Morne (“colui che è in lutto”). Da quel momento, Le Morne divenne il simbolo della lotta degli schiavi per la libertà.

Mauritius - Spiaggia di Le Morne

Da non dimenticare, in questa penisola, la sua bellissima spiaggia di sabbia bianca, lunga oltre 4 km, che richiama moltissimi appassionati di windsurf e kitesurf, sopratutto nella zona meridionale.

Mentre la parte settentrionale, meno ventosa, è adatta a chi vuole farsi un bel bagno in tranquillità e alla sera godersi un meraviglioso tramonto.

Inoltre, di fronte alla spiaggia, la barriera corallina dista circa 600 metri ed è di richiamo per praticare snorkeling mentre, appena oltre il mare aperto, la pesca sportiva di marlin, tonni e altri grossi pesci è considerata tra le più fruttuose tutto l’ anno.

Gabriele-ilsensodelviaggio.com-blog-viaggi-avventura -e-fai-da-te

MI TROVI ANCHE SUI SOCIAL



Booking.com

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •